Archivi tag: toscana

Viareggio: mostra di Lino Strangis dal 19 Luglio 2014

Dopo i successi di Lamezia Terme e Roma, arriva a Viareggio la mostra di Lino Strangis “Pensiero Volante Non Identificato”, a cura di Veronica D’Auria e Maurizio Marco Tozzi, con la collaborazione di Officina d’Arte Fotografica e Contemporanea “Dada Boom” ed il patrocinio della Provincia di Lucca e del Comune di Viareggio.

La personale, che inaugurerà sabato 19 luglio alle ore 19:00, sarà allestita presso l’Officina d’Arte Fotografica e Contemporanea “Dada Boom” (via Minghetti, 12) che i curatori hanno individuato come un nuovo spazio eclettico e di grande rivalutazione del territorio, grazie ad appuntamenti di risonanza internazionale.

La mostra di Lino Strangis è infatti un “concept show itinerante” che si appresta a toccare le più importanti città italiane ed estere.

Il progetto, ideato e realizzato dall’artista, si basa su un doppio intervento che intende presentare da una parte la prima antologica di opere audiovisive monocanale realizzate dall’autore tra il 2007 al 2014, con le quali ha partecipato a numerose mostre e festival internazionali, e dall’altra una nuova installazione ambientale, basata sulla metafora del volo come nuova dimensione mentale, costituita da videoinstallazioni, video-sculture, stampe digitali, opere di suono e mixed media. Opera centrale sarà il video “Pensiero Volante Non Identificato”, dal quale come per altri lavori, Strangis ha estrapolato vari frame per realizzare dei quadri digitali caratterizzati dall’utilizzo di software di post-produzione video e animazione in 2 e 3D (i medesimi usati per la realizzazione delle opere audiovisive) oltre che, come afferma l’artista: “un laboratorio di opere derivate nel contesto del quale ho concentrato la mia attenzione verso le possibilità delle opere audiovisive di divenire un oggetto nello spazio… Si tratta infatti di un lavoro di ricerca teso a sperimentare varie possibilità nell’ambito delle modalità di fruizione, dei dispositivi e delle modalità di messa in opera oggi possibili”.

Strangis, oggi considerato da molti uno dei più rappresentativi artisti dell’ultima generazione della videoarte italiana affermatasi nel panorama internazionale, ha sviluppato nel corso degli ultimi anni un linguaggio audiovisivo originale caratterizzato dall’attraversamento delle più diverse tecniche di composizione esistenti in ambiente digitale, ricercando commistioni e confluenze tra i codici “alla ricerca di un linguaggio ulteriore, elaborato tramite il computer interpretato come metamedium capace di intermediare tra arti visive, cinema e musica, praticando tra queste discipline nuove commistioni formali e semantiche nello stesso tempo”.

 

[ad#ad-1]

Marco Maria Gazzano lo definisce: “un artista colto ed anche un po’ filosofo, come – oggi – dovrebbe essere per tutti coloro che si misurano con il complesso e vario universo delle “arti”. Stragis è al tempo stesso compositore e videoasta, cinèphile e fotografo, “designer” della visione e attivista web: un “artigiano” multimediale capace di misurarsi (espressivamente e qualitativamente) sia con l’intermedialità che con le eredità della storia, sia con la manualità che con gli obbiettivi, le macchine da presa e le tastiere. E, ovviamente, con le sfide ancora aperte del presente”.

Pensiero Volante Non Identificato sarà infatti un’occasione per il pubblico per immergersi in una visione del tutto inedita del futuro, attraverso una ricerca bi e tridimensionale, con la quale Strangis ci proietta in dimensioni profonde oltre ogni confine della mente e del tempo.

 

 

 

OFFICINA DI ARTE FOTOGRAFICA E CONTEMPORANEA “DADA BOOM

VIA MINGHETTI, 12 – VIAREGGIO

DAL 19 AL 27 LUGLIO 2014           ORARIO 19:00 – 24:00

Info:http://pensierovolantenonidentificato.blogspot.it/

“Dada Boom” Alessandro Giannetti cell. 331 8816517 dadaboom.eventi@gmail.com

Maurizio Marco Tozzi cell. 335 6633100 mauriziomarcotozzi@gmail.com

 

 

 

Biografia breve – Lino Strangis

 

Ha esposto le sue opere in numerose mostre internazionali -collettive e personali- e festival, oltre che presso prestigiose istituzioni museali e gallerie private.

Attivo anche come curatore, critico e organizzatore di eventi prevalentemente dedicati agli audiovisivi di ricerca, è fondatore e direttore di C.A.R.M.A. – Centro d’Arti e Ricerche Multimediali Applicate.

Dal 2012 tiene il laboratorio di Arti Digitali del corso di studi DAMS presso l’Università Roma Tre.

Ha esposto i suoi lavori in manifestazioni internazionali presso spazi di prestigio come: “LipanjePuntin artecontemporanea”, Roma; “White Box Museum”, Pechino; “MACRO-Museo d’Arte Contemporanea di Roma”; “muBA-Museu Belas Artes de São Paulo”, São Paulo; “Fabbrica del Vapore”, Milano.

Tra i numerosi festival internazionali in Italia e all’estero citiamo: Invideo; Magmart; The Scientist; Videoformes; Proyector; Fonlad; Arte video Roma Festival, Athens Video Art; CologneOFF; Shortfilm Festival; Videominuto.

Potrebbe interessarti anche:

“Inconvenzional-mente” mostra d’arte a Viareggio dal 12 luglio al 4 agosto 2013

Mostra Viareggio Inconvenzional-menteStiamo vivendo in un’epoca dove tutto viene proposto in maniera rapida e sintetica. I prodotti sono realizzati da pochi gruppi di persone che vogliono far passare per originale ciò che si obbliga a seguire passivamente. Sono in molti invece, e fortunatamente, gli artisti che ogni giorno danno vita a qualcosa di non convenzionale e lo fanno sia con il cuore che con la mente.

E’ da questa realtà che nasce “Inconvenzional-mente” la nuova mostra organizzata da Maurizio Marco Tozzi, con il patrocinio del Comune di Viareggio, che si terrà presso i Musei Civici Villa Paolina dal 12 luglio al 4 agosto 2013.

 

“Inconvenzional-mente” non è una semplice collettiva, ma una mostra derivante da una lunga ricerca in cui sono stati coinvolti artisti indipendenti di vari paesi (Germania, Grecia, Italia, Stati Uniti, Turchia), al di fuori dei soliti giochi di potere e dalle ipocrite distinzioni fra professionisti ed outsider di cui tanto si parla in questo periodo, ma senza vedere sostanziali cambiamenti di rotta.

L’ esposizione che sarà ospitata a Viareggio permetterà di conoscere le nuove espressioni dell’arte contemporanea rappresentate da un gruppo di circa venti artisti provenienti da diverse esperienze: new media art, video arte, istallazioni, performance, fotografia, pittura, scultura e musica. Ma “Inconvenzional-mente” sarà anche un’occasione per compiere un’analisi critica sull’arte come mezzo per uscire dalla diffusa passività, rivisitando il nostro modo di osservare e di apprezzare un’opera.

Si tratta di un percorso multisensoriale con: antologie video di Alessandro Amaducci e Lino Strangis (maestri italiani della videoarte che hanno partecipato con successo ai più importanti festival di tutto il mondo); musiche di Antonio Agostini & Stefano Bresciani & Riccardo Puccetti; sculture virtuali di Penolope Parx e Bastian Gerlach (il virtuale un mondo ancora sconosciuto a gran parte del pubblico dell’arte che sarà interessante scoprire nelle sale di Villa Paolina); fotografie digitali di Elisa Rescaldani e Nicola Fanini; istallazioni di Murat Onol (artista turco che ci documenterà anche la drammatica situazione del suo paese) e di Carlo Galli (un mix di video e scultura con materiali davvero inusuali); pittura digitale e classica di Carlo Trevisan; sculture di Blanka Bernasconi, John Bizas, e Antonio Vilasi; dipinti di Enrico Bovi (presenta un grande omaggio a Monica Vitti e Michelangelo Antonioni), Cristiana Pieroni, Scott Rolfe (sulle sue opere di forte assemblaggio materico vedremo anche un video realizzato nella piattaforma virtuale di Second Life), Gian Luca Rulli e Giuseppe Sinesi; performance multimediale di Irene Franchi ed il gruppo Madame du Bois.

“Inconvenzional-mente” sarà aperta tutti i giorni escluso il lunedì dalle ore 18 alle 23. Inaugurazione venerdì 12 luglio alle 18 con la performance “Goccia d’oro #001- Madonlinata” di Murat Onol ed il concerto inedito “Titanium’forms of corrosion”di Antonio Agostini con al sax di Stefano Bresciani e alle percussioni Riccardo Puccetti.

Nel corso delle tre settimane saranno inoltre realizzati altri appuntamenti collaterali con presentazioni di libri, performance e concerti per rendere ancora più ricca questo “Inconvenzional-mente” appuntamento all’insegna dell’Arte, il nostro più grande bene comune.

 

Info: Comune di Viareggio

Potrebbe interessarti anche:

Stagione di Prosa 2012/2013 in Versilia: il cartellone degli spettacoli a Viareggio

L'Amministrazione Comunale di Viareggio conferma il suo appuntamento con la Stagione di Prosa 2012-13, ormai giunta alla diciottesima edizione.
Il cartellone di quest'anno nasce da un accordo tra i Comuni di Viareggio, Pietrasanta, Camaiore, Seravezza e Massarosa.
Un unico grande cartellone in grado di offrire, ai cittadini versiliesi, una prestigiosa offerta culturale che vede in scena trenta titoli di alto livello artistico. 

La direzione artistica di Viareggio, Pietrasanta e Camaiore è a cura di Luca Lazzareschi.
La  Fondazione Terre Medicee di Seravezza,  ha affidato la programmazione delle Scuderie Granducali alla direzione artistica di Elisabetta Salvatori.
Al cartellone si aggiunge  la rassegna dedicata ai più piccini e alle famiglie, in scena al Teatro Vittoria Manzoni di  Massarosa a cura della Coquelìcoteatro.
La campagna abbonamenti per Viareggio inizierà lunedì 15 ottobre dalle ore 17,00 alle ore 19,00. presso  Villa Paolina Via Machiavelli, 2 (Sede Ufficio Cultura).

SPETTACOLI IN CARTELLONE (VIAREGGIO) 

MARTEDI’ 27 NOVEMBRE 
PAOLO POLI 
AQUILONI 
due tempi di Paolo Poli 
liberamente tratto da Giovanni Pascoli 
con 
FABRIZIO CASAGRANDE, DANIELE CORSETTI, 
ALBERTO GAMBERINI, GIOVANNI SINISCALCO 
regia Paolo Poli

LUNEDI’ 3 DICEMBRE 
GIANLUCA GUIDI-GIANLUCA RAMAZZOTTI 
BOEING BOEING 
commedia in due atti di Marc Camoletti  
con ARIELLA REGGIO e con 
BARBARA SNELLENBURG-MARJO BERASATEGUI
ELA WEBER  regia Mark Schneider

LUNEDI’ 7 GENNAIO 
FRANKENSTEIN JUNIOR 
Un musical di Mel Brooks” 
musica e liriche Mel Brooks, testo Mel Brooks 
e Thomas Meehan basato sul film di Gene Wilder
con GIAMPIERO INGRASSIA 
regia Saverio Marconi 

LUNEDI’ 21 GENNAIO
ALESSANDRO HABER 
UNA NOTTE IN TUNISIA  
di Vitaliano Trevisan 
con MARIA ARIIS -PIETRO MICCI
ROBERTO TRIFIRO’ 
regia Andrée Ruth Shammah

MARTEDI’ 19 FEBBRAIO
GIANFRANCO JANNUZZO
CERCASI TENORE 
di Ken Ludwig
con la partecipazione di MILENA MICONI
e con FEDERICO PACIFICI-CLAUDIA COLI-
TIZIANA BAGATELLA-FABRIZIO APOLLONI-
STEFANIA PAPIRIO-RODOLFO MEDINA
regia Giancarlo Zanetti

LUNEDI’ 4 MARZO
FAMILIE FLOZ
INFINITA

LUNEDI’ 18 MARZO
DANIELE PECCI – FEDERICA DI MARTINO
SCENE DA UN MATRIMONIO
di Ingmar Bergman
regia di Alessandro D’Alatri

 Per ulteriori informazioni: 
0584 966339/338/341
www.comune.viareggio.lu.it
e-mail: ufficiospettacolo@comune.viareggio.lu.it

Potrebbe interessarti anche:

Street food a Firenze: il lampredotto dell’Antico Trippaio (dal cuore molisano)

Nel cuore di Firenze, a piazza dei Cimatori, non molto lontano dalla maestosa piazza della Repubblica, a pochi passi dal Duomo, c’è un piccolo camioncino portatore di una delle tradizioni culinarie più nobili ed antiche del capoluogo toscano: il lampredotto, carne bovina che si estrae da una delle parti dello stomaco, quella più compatta e magra.

Questa specialità toscana, che si prepara bollendo la carne in brodo con odori e pomodoro, poi tagliata finemente, può essere gustata al piatto o all’interno di un panino, dove il gusto del lampredotto viene accompagnato ed esaltato da sale, pepe, peperoncino e salsa verde. Il lampredotto è il classico “street food”, che in ogni angolo d’Italia rappresenta la parte più genuina e popolare della tradizione gastronomica di un territorio: per questo, al fine di poterlo gustare correttamente è preferibile affidarsi ai suoi interpreti “di strada” che si trovano ormai in pochi punti di Firenze, piuttosto che nelle osterie e nei ristoranti tipici fiorentini, che pure sono ottimi.

Il panino al lampredotto che “Io scelgo italiano” ha provato direttamente proviene dall’Antico Trippaio, una “istituzione” a Firenze, che dagli anni Trenta è posizionato in una piccola piazza nel cuore stesso della città, meta di veri e propri “pellegrinaggi” di turisti, intenzionati ad assaggiare un elemento della cultura fiorentina che è molto più noto (e più antico) di Dante e di Brunelleschi.

Il panino è bagnato preliminarmente dal brodo nel quale la carne viene cucinata e poi viene riempito (con inusitata generosità) di lampredotto appena riscaldato nella sua acqua ed in seguito, a richiesta dell’avventore, corredato di pepe, peperoncino e salsa verde, elementi che è vivamente consigliato di aggiungere.

Superare la prima impressione “visiva” sulla carne è fondamentale – sempre di interiora stiamo parlando – ma il contatto con le papille gustative scioglierà ogni dubbio. Fondamentale è accompagnare il panino al lampredotto con un buon bicchiere di Chianti rosso, che non manca mai all’interno del camioncino.

Per chi vuole, l’Antico Trippaio può anche farvi assaggiare la classica trippa (la carne che si trova tra l’esofago e lo stomaco del bovino) alla fiorentina, ricetta che prescrive di gustare la carne dopo averla cotta in un ottimo sugo di pomodoro piccante.

La curiosità? I proprietari dell’Antico Trippaio, custodi di una tradizione secolare tipica di Firenze, sono due bravissimi fratelli di origine molisana, che sono trapiantati nel capoluogo toscano da decenni.

Per ogni maggiore informazione si può consultare il sito www.anticotrippaio.com.

Potrebbe interessarti anche: