Le tecniche della cucina senza glutine: corso nel Piceno

La Confartigianato di Ascoli Piceno insieme all’Associazione Italiana Celiachia (AIC) Marche Onlus ha organizzato un corso rivolto al settore degli alimentaristi per conoscere le tecniche della cucina senza glutine. La celiachia è una malattia intestinale dovuta a un’intolleranza permanente al glutine. Qualche anno fa era considerata una patologia rara perché colpiva una persona su 1000, mentre oggi non è più così perché grazie alle nuove tecniche diagnostiche la sua prevalenza è di 1:100 (una persona ogni cento ne è affetta).

Nella provincia di Ascoli Piceno si contano circa 400 celiaci (sono 3000 nelle Marche) di cui circa 100 associati AIC (circa 1300 nelle Marche) che possono contare sul servizio garantito da una ventina circa di locali AFC (Alimentazione Fuori Casa), mentre in tutta la regione Marche se ne contano 150.

L’Associazione Italiana Celiachia Marche Onlus opera da quasi 30 anni sul territorio regionale attraverso una rete di volontari con l’obiettivo di migliorare le condizioni di vita dei celiaci e per aiutarli ad accettare un nuovo stile di alimentazione, unendo al lavoro di diagnosi e ricerca delle strutture medico-scientifiche l’assistenza e il sostegno alle persone affette da celiachia.

Il corso, molto partecipato, si è svolto presso la sala riunioni del ristorante “La Corte del Sole” di Ascoli Piceno e ha fornito agli addetti alla ristorazione le conoscenze utili fondamentali per permettere ad ognuno di attrezzarsi e diventare un locale sicuro di alimentazione per celiaci, ampliando al contempo i servizi offerti alla clientela in piena sicurezza e affidabilità.

L’evento formativo è stato è stato introdotto dalla presidente della Confartigianato, Natascia Troli, dal presidente della categoria alimentaristi, Luigi Tempera e dalla referente dell’AIC Marche onlus, Laura Diodovich. Per informazioni 0736.336402, www.apfm.it, www.aicmarche.it.

 

Potrebbe interessarti anche: