I giovani chef del Tarantelli porteranno nel mondo i piatti di Alfredo alla Scrofa

Il ristorante romano Alfredo alla Scrofa, famoso in tutto il mondo per aver dato i natali alle omonime fettuccine e per aver ospitato nella sua lunga storia, personaggi come Marylin Monroe,  il chitarrista Hendrix e molti altri si appresta ad inaugurare locali tipici in varie capitali estere e sceglie l’istituto alberghiero Tarantelli di Sant’Elpidio a Mare per avviare una collaborazione che permetterà a studenti e diplomati, di poter lavorare nella storica sede romana di Alfredo e nei locali che  verranno attivati all’estero, già dai primi mesi del 2014, grazie al progetto “Alfredo’s Gallery in the world”.

Sarà Mario Mozzetti – general manager di “Alfredo’s Gallery in the World” –  ad illustrare, Domenica 1 Dicembre, a partire dalle 11.30, nella sede del Tarantelli (corso Baccio n. 25, S.Elpidio a Mare), i dettagli del progetto, che prevede l’impiego dei ragazzi del Tarantelli, nei locali “Alfredo’s Gallery” di prossima apertura in varie località del medio oriente (a partire da Kuwait City, in uno dei centri commerciali più grandi del mondo) e in altre capitali estere.

Viva soddisfazione da parte della dirigenza dell’ istituto Elpidiense che fa capo all’ Istituto di Istruzione Superiore Einaudi di Porto S. Elpidio per questa collaborazione che conferma la riconosciuta professionalità dei professionisti usciti dal Tarantelli: molti di loro sono infatti impiegati in ristoranti di prestigio sia in Italia che all’estero.
La collaborazione con “Alfredo alla Scrofa”, affermano i docenti, è in ordine di tempo, l’ultima di una serie di partnership che hanno permesso ai giovani studenti di fare esperienze di lavoro in ristoranti d’eccellenza come “Don Alfonso 1890” (Sorrento) o in eventi di rilievo nazionale come la Fiera del Riso a Isola della Scala (VR) nello scorso Ottobre, la Borsa Internazionale del Turismo (Milano) o il festival del “Made in Marche” Tipicità (Fermo).

Grande entusiasmo e trepidazione è anche quella degli studenti e neo diplomati,che si sono subito resi conto che una possibilità lavorativa simile non capita tutti i giorni.

La conferenza è aperta al pubblico

Potrebbe interessarti anche: