“Musica e Liuteria”: un festival tra note e alto artigianato musicale a San Benedetto del Tronto (AP)

Dal 17 al 21 agosto 2012, presso la Palazzina Azzurra a San Benedetto del Tronto, si svolgerà il VI° Festival “Musica e Liuteria per amore, arte e scienza”, dedicato al “Settecento Musicale Piceno”. Cinque giorni di mostre di liuteria, biografie, laboratori e concerti con “I Solisti Piceni”.

 Tutto pronto per  il VI° Festival di Musica e Liuteria, evento che  anche quest’anno ha ottenuto una Medaglia Premio di Rappresentanza del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano che ha voluto destinare all’iniziativa, giudicata particolarmente meritevole dal punto di vista culturale, il prestigioso riconoscimento.

La manifestazione è inoltre patrocinata dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, dal Ministero dei Beni Culturali, dall’Assemblea Legislativa delle Marche e dalla Giunta Regionale, oltre che dalla Provincia di Ascoli Piceno e dal Comune di San Benedetto del Tronto.

Con questa edizione del Festival “Musica e liuteria” che si terrà alla Palazzina Azzurra di San Benedetto del Tronto (prov. Ascoli Piceno), continua il ciclo di celebrazioni riguardanti alcuni valenti artisti locali che in ogni tempo si sono distinti nell’arte musicale e nella liuteria (che nel piceno vanta una tradizione e una fama note in tutto il mondo) e che, quasi sempre, sono stati dimenticati, un modo innovativo, inoltre, per fornire ai turisti un’immagine affascinante del territorio Piceno e delle eccellenze dell’artigianato musicale locale .

Dopo l’edizione 2011 dedicata a “Due musicisti Piceni del ‘700 presso le Corti Europee”, che rese omaggio ai cantanti evirati Giambattista Mancini, nato ad Ascoli Piceno nel 1714 e Silvio Antonio Giorgetti, nato a San Benedetto del Tronto nel 1733, quest’anno verranno ricordati i musicisti Giuseppe Sieber (Praga 1754 – Offida 1801) e Francesco Galeazzi (Torino 1758 – Roma 1819) ed eseguite alcune loro composizioni; inoltre i liutai Giuseppe Scalabrini (Ascoli Piceno 1721 – dopo 1757), Pasquale Merloni (Gimigliano di Venarotta 1760 – Ascoli Piceno dopo 1818), Antonio Odoardi (Poggio di Bretta 1724 – dopo 1795), Giuseppe Odoardi (Poggio di Bretta 1746 – 1786) e Pietro Paolo Desideri (Ripatransone 1770 – 1849).

La mostra, aperta tutti i giorni dalle ore 18 alle 23 consentirà di scoprire, attraverso illustrazioni e didascalie biografiche, il percorso artistico dei citati musicisti e liutai e le principali tappe della loro interessante carriera.

Assieme a questa vi saranno laboratori di liuteria  e mostre di violini, viole, violoncelli e chitarre di liuteria Picena  ( una vera eccellenza del territorio piceno) di Enzo Agostini, Cesare e Piero Castelli, Luigi Ciotti, Walter Gentili, Guido Leoni, Pier Filippo Melchiorre, Emidio Pignotti, Luigi Sabbatini, Albino Scarpantoni, Remo Schiavi, Ezio Tanzi e molti altri; un reportage fotografico sulla liuteria Picena a cura di Lorenzo Formicola; un’esposizione di abiti settecenteschi gentilmente offerta dalla sartoria teatrale Caponi di Centobuchi; delle tavole esplicative sulla meccanica degli strumenti ad arco, elaborate dall’architetto Albino Scarpantoni.

Il programma della manifestazione”Musica e liuteria” prevede: il 17 agosto inaugurazione della mostra alle ore 19, alla presenza delle autorità locali; il 18 agosto, ore 21,30, la presentazione del libro “Musicisti storici e Liutai della Provincia di Ascoli Piceno” a cura del Presidente dell’associazione “Suoni dal Piceno”, il Dr. Massimo Di Sabatino, moderatore il Dr. Andrea Pomozzi di Piceno Tecnologie; il 19 agosto “Settecento Musicale Piceno” un concerto de I Solisti Piceni che eseguiranno il maestoso Ottetto n. 2 in Re Maggiore di Francesco Galeazzi, tratto dai “Tre Ottetti o quartetti raddoppiati ad otto parti reali, da eseguirsi in due separati tavolini”, opera XVII, composto nel territorio Piceno nell’anno 1799 e il magnifico Concerto Brandeburghese n. 3 di J.S. Bach; il 20 agosto, alle 21,30, vi sarà la presentazione del libro “Musicisti Piceni tra il XIX e il XXI secolo” del Prof. Marco Pietrzela, Capponi editore, moderatore lo storico e critico musicale Dr. Claudio Giovalè; infine, il 21 agosto, concerto di chiusura de I Solisti Piceni, sempre alle 21,30, con l’esecuzione del virtuosistico Quartetto n. 3 in Sib Maggiore di Giuseppe Sieber, anche questo composto nel Piceno nel Settecento e musiche di Antonio Vivaldi e Gioachino Rossini.

L’ensemble de I Solisti Piceni, per l’occasione, sarà composto da: violini, Piergiorgio Troilo, Alberto Fabiani, Luca Mengoni e Jacopo Cacciamani; viole Alessandro Ascani, Vincenzo Pierluca e Emiliano Finucci; violoncelli Daniela Tremaroli, Federico Perpich e Eugenia Di Bonaventura; contrabbasso Emiliano Macrini; clavicembalo Maria Teresa Basti; direttore Benedetto Guidotti.

Insomma il festival “Musica e liuteria” si propone come un originale e affascinante appuntamento con la storia, la tradizione, l’alto artigianato e la musica da non perdere.

INGRESSO LIBERO

Potrebbe interessarti anche: