Il festival del contemporaneo a Civitanova Marche con Popsophia

Nell’ Estate 2012, dal 13 Luglio al 5  Agosto, si svolge a Civitanova Marche la seconda
edizione  del  festival   “Popsophia,  festival  del  contemporaneo”.

Per questa occasione la  filosofia  si  trasforma  in  filosofia  popolare,  o  pop  filosofia;
l’intrattenimento messo ‘in cultura’ su cui declinare gli ambiti più importanti delle capacità
umane, per dare  vita ad un progetto di trasformazione, riconversione e promozione di un territorio.
La battaglia delle idee arriva nella  popular culture, usando “le armi migliori” a disposizione della
filosofia: dal pensiero critico alla “decostruzione”.
Pensato come un festival annuale, Popsophia, ha per tema i linguaggi del “contemporaneo”, declinati in un
programma vasto e multidisciplinare, in grado di far conoscere ed apprezzare all’opinione pubblica tutte le
implicazioni culturali della realtà quotidiana.
Popsophia nasce per ospitare la ricchezza e la  complessità della cultura della nostra epoca  ed
impegnare le migliori energie intellettuali in un appuntamento intelligente, dove tutti i saperi si
rimescolano e dove tutto converge verso la comprensione della ‘contemporaneità’.

I LUOGHI

Il festival prevede la trasformazione di gran parte del centro storico di Civitanova Alta (una
cittadina che sorge nell’entroterra collinare, a tre chilometri dalla costa, facilmente raggiungibile
dal casello autostradale dell’A14) in una vera e propria  cittadella dell’arte, dello spettacolo e del pensiero a
servizio prima di tutto dei civitanovesi e poi di tutti i turisti della costa adriatica e non solo per loro.

 

[ad#ad-1]

LE MOSTRE

Otto grandi mostre faranno da corollario agli eventi del Festival. La più importante di queste esposizioni è
“De Pisis e il realismo magico”, quadri di Palazzo Ricci ed alcuni prestiti.
La mostra affronta il tema del Realismo magico, cioè di quell’insolito realismo, caratterizzato da un tersa e
minuziosa resa dei dettagli dall’effetto straniante, dei pittori appartenenti alle correnti italiane degli anni venti.
In Italia la sua elaborazione si è dovuta allo scrittore Massimo Bontempelli ed i suoi principali esponenti sono
stati De Pisis, Donghi e Casorati.
La seconda esposizione è dedicata a Pina Bausch, fotografie di danza, a cura di ‘Civitanova Danza’;
mentre  la  terza  rappresenta  una  commistione  fra  arte  contemporanea  e  scienza.  S’intitola  “La
Scienza  dell’Arte”  ed  ha  l’intento  di  volgere  lo  sguardo  sulla  rappresentazione  creativa  della  ricerca
scientifica ed in particolare, di puntare l’attenzione sul campo della neuroestetica in quanto materia che
studia l’esperienza estetica sul piano neurale, ovvero la reazione del cervello all’incontro con l’opera d’arte
tramite i neuroni-specchio.

I TEMI
La formula di Popsophia si articola in quattro week-end tematici: Filosofia, Fashion, Fiction e Futuro (le
quattro effe).  Quattro week-end che ospitano la ricchezza e la  complessità della cultura contemporanea,
dove tutto converge verso la comprensione della “modernità”: dalla musica alla moda, dalla televisione al
cinema, fino ad approdare alla riflessione filosofica sulla contemporaneità.

 

[ad#ad-1]

ORGANIZZAZIONE
Popsophia si propone come un vero e proprio centro di educazione critica verso l’odierno intrattenimento e si
avvale della direzione artistica del prof. Evio Hermas Ercoli, della direzione tecnica del dott. Alfredo Di
Lupidio, direttore dell’Azienda Speciale Teatri di Civitanova.

Potrebbe interessarti anche:

  • Nessun post simile trovato