Rassegna di moda sartoriale su misura ad Ascoli Piceno

Si svolgerà il prossimo 2 agosto,  nella  piazza del Popolo di Ascoli Piceno  la ormai tradizionale Rassegna di moda su misura: evento nato negli anni ’80 e ormai considerato un appuntamento tra i più qualificati nel centro Italia grazie alla presenza di sartorie di tutta Italia che propongono capi di alta moda.

La rassegna giunta alla 28esima edizione è  organizzata dalla Confartigianato e dal Gruppo sarti Piceni e realizzata in collaborazione con l’Accademia Nazionale dei Sartori. Sette modelli e otto modelle sfileranno per presentare 100 capi di 30 sartorie ascolane e di altre regioni italiane,  per la regia di P. del Moro. In questa edizione saranno presenti ospiti d’eccezione come la giovane voce della musica italiana Annalisa Scarrone, classificatasi seconda nell’ultima edizione del talent show  “Amici” e Dario Faini cantautore, paroliere e compositore ascolano che ha composto l’ultimo successo sanremese di Francesco Renga “La tua bellezza”.

 

Il Gruppo Sarti Piceni nasce nel 1970 per iniziativa di alcuni maestri sarti locali. I capi di alta moda realizzati dai Sartori Ascolani partecipano a diversi defilè che si svolgono in Italia. Tra i più famosi quello di Sanremo. Ad Ascoli, negli anni 70-80 la manifestazione si svolgeva ogni 3 anni infatti era itinerante tra Ancona Ascoli e Macerata. Con il passare degli anni solo il gruppo Sarti Piceni è riuscito a portare avanti l’iniziativa che in passato veniva svolta al chiuso (Teatro Ventidio Basso, Centro Congressi della Camera di Commercio). Nel 1994 la manifestazione è approdata in Piazza del Popolo, e vi partecipavano solo le sartorie locali e quelle del vicino Abruzzo.

Da quindici anni il defilè di alta moda ha valenza nazionale e vi partecipano stilisti sarti provenienti da circa trenta località italiane. In sintesi tutte le regioni sono rappresentate e non è esagerato affermare che quello di Piazza del Popolo è uno degli appuntamenti più importanti, per quanto riguarda la sartoria Artigianale del Centro Italia. L’iniziativa è inserita nel “cartellone dei festeggiamenti” in onore di S. Emidio. Proprio per questo motivo negli ultimi anni si è cercato di abbinare alla sfilata di capi anche uno spettacolo. Ospiti sempre professionisti come per l’edizione 2012: la cantante Annalisa Scarrone, il compositore Dario Faini, i presentatori dell’evento:   Carolina Marconi e Paolo Notari.

La regia dell’evento è affidata a Piergiorgio Del Moro che da anni guida defilè in Italia e negli Stati Uniti.

 

SARTORIE PRESENTI ALLA RASSEGNA

La Maison Spose di Maria Rita e Anna Maria -Corso V. Emanuele, 30 tel. 0736.250526, Ascoli Piceno
Catia Mancini -piazza S.ta Maria Intervineas, 3 tel. 0736.255287, Ascoli Piceno
Franco Mariani -via Sacconi, tel. 0736.259974, Ascoli Piceno
Bianca Eleuteri -tel. 340.9657899, Ascoli Piceno
L’Arcolaio di Susy Bagalini – c.so Vittorio Emanuele, 29, tel. 320.8796785, Cupra Marittima
Vanda Bovara -via Custanza, 12 tel. 320.7106658, San Benedetto del Tronto
Maria Josa Siqueira – via Giovanni XXIII, 15 tel. 339.6107050, San Benedetto del Tronto
Simona Marcozzi – tel. 347.6652654, Grottammare
Lara Compagnoni – tel. 380.3932229, San Benedetto del Tronto
Giuliana Scipioni – via Buozzi, 56 tel. 0732.96161, Sassoferrato
Facciolini Creations – via Capuani, 44 tel. 0861.250701, Teramo
Pio Marinucci – via Cauta, 2 tel. 0871.63579, Chieti
Cesare Liberati – via Passeggiata Orientale, tel. 085.9066820, Ortona
Marco Ricciuti – via Trento, 122 tel. 085.2058005, Pescara
Maria D’Andrea – Largo Rosicano, tel. 0861.592838, Montorio al Vomano
Sartoria Tritapepe – via Nicola Fabrizi, 155 tel. 085.4211591, Pescara
Sartoria Fiorella – tel. 0731.605634, Jesi
Fabio Del Giovine – Strada Rinaldone, tel. 0761.250065, Viterbo
Sartoria Panichi Lia – Via Rossini, 25 tel. 0733.688612, Porto Potenza Picena
Sartoria Patrizia Tittarelli – via Orazio S. Vittore, 15 tel. 0733.617161, Cingoli
Massimiliano Atelier – via Risorgimento, 16 tel. 340.5778084, San Benedetto del Tronto

[ad#ad-1]

 

Partecipazione Ufficiale
ACCADEMIA NAZIONALE DEI SARTORI
Arte Sartoriale 2012-2013

SARTORIE PROVENIENTI DA:

Bari, Brescia, Bologna, Belluno, Cagliari, Carrara, Catania, Catanzaro, Cremona, Firenze, Genova, Lecce, Livorno, Mantova, Messina, Modena, Milano, Napoli, Padova, Parma, Piacenza, Ragusa, Roma, Salerno, Taranto, Terni, Trieste, Venezia, Verona, Vicenza.

 

INIZIO SERATA ORE 21.15 – INGRESSO LIBERO

 

Pagina facebook dell’iniziativa: http://www.facebook.com/rassegnadimodasumisura.ascoli

 

Alcune foto della sfilata di moda dei Sarti Piceni 2012:

 

[nggallery id=4]

 

 

Potrebbe interessarti anche:

Moda mare, abbigliamento bimbi e abiti da sposa alla Notte sotto le stelle 2012 di Pieve Torina (Macerata)

Domenica 5 agosto 2012 a partire dalle ore 21,30 il suggestivo Parco della Fantasia di Pieve Torina (MC) ospiterà la quarta edizione della sfilata di moda “Notte sotto le stelle”. L’appuntamento ormai tradizionale con la moda e il glamour è organizzato da Daniela Pazzelli e Marina Divisi con la collaborazione del Comune di Pieve Torina.

Protagonisti  della prima parte della serata i bambini vestiti con abiti di Franca abbigliamento 0-16 anni a Castelraimondo, la pigiameria, la moda mare e altro ancora con le proposte Pashà di Maddalena di Muccia e poi l’abbigliamento uomo-donna, elegante, sportivo e casual con La mosca bianca di Matelica, Manhattan di Camerino e Scipioni di Pievebovigliana, le acconciature della Parrucchieria Donna In di Pieve Torina, la cura del corpo di Exetika centro estetico e solarium a Maddalena di Muccia, gli occhiali di tendenza dell’Ottica De Lotto a Maddalena di Muccia e gran finale con il sogno bianco sognare le donne con un tripudio di stoffe pregiate, ricami, trasparenze e raffinatezze della CM creazioni abiti da sposa di Tolentino.

Tra gli accessori non mancheranno interessanti novità come  gli occhiali “Ottica De Lotto” e le borse della “Pelletteria Del Balzo” di Michela Carassai, entrambe le ditte di Maddalena di Muccia.

Nel corso della serata non mancheranno momenti musicali e la presentazione di una creazione alta moda  esclusiva di Martina Battaglia, giovane stilista locale.

Potrebbe interessarti anche:

Il trasporto della Macchina di Santa Rosa a Viterbo: ecco un pacchetto turistico in agriturismo apposta per voi!

Ogni anno, il 3 settembre, Viterbo si ferma…l’aria vibra di attesa sin dal giorno precedente, quando il centro storico è invaso da una moltitudine di persone che seguono il corteo storico e il cuore di santa Rosa portato in processione. Santa Rosa, la giovane che nel XIII secolo, alla sua morte, fu santificata per acclamazione popolare, è nel cuore di ogni viterbese e non solo.

Dopo sette anni dalla sua morte, comparsa in sogno ripetutamente a papa Alessandro IV, questi decise di traslarne il corpo dalla piccola chiesa di Santa Maria del Poggio alla Chiesa delle clarisse, non troppo lontano, dove in vita Rosa aveva tentato di entrare come monaca. Con grande stupore il corpo apparve incorrotto come le stesse rose che la inghirlandavano, ancora fresche e profumate ..(ancora oggi il corpo e visibile ai pellegrini nel Santuario, si presenta annerito per un incendio che subì e dal quale fu tratto comunque integro).

Ogni anno, dal 1258, il popolo volle ricordare quella traslazione, portando un’immagine o una statua della santa illuminata su un baldacchino. Questo assunse un’altezza sempre più importante, fino a diventare un vero e proprio “campanile” (Macchina di Santa Rosa) che cammina, trasportato da circa 100 facchini, i “cavalieri” di Santa Rosa, gli eroi per un giorno della città, vestiti tradizionalmente di bianco (la purezza della santa) con una fascia rossa (il rosso cardinalizio) a mo’ di cinta. I facchini addetti al trasporto della Macchina di Santa Rosa, si dividono in “ciuffi”, “spallette”, “stanghette” e “leve” a seconda della loro posizione sotto la macchina o del loro ruolo durante il percorso.

Il trasporto si svolge lungo un chilometro nelle vie del centro storico dalle 21 alle 23 circa, lungo il tragitto le luci vengono spente, in modo che a mano a mano che avanza, la macchina di Santa Rosa, illuminata, possa squarciare il buio con un effetto scenografico suggestivo, tra ali di folla acclamante e al suono di un inno proposto solo in questa occasione dalla banda che precede a ritmo veloce l’avanzare della macchina e “canticchiato” da tutta la folla che cerca di incoraggiare i facchini nell’arduo compito.

Lungo il percorso della Macchina di Santa Rosa ci sono cinque soste, per permettere ai facchini di “riprendere fiato” e far si che tutti possano ammirare la struttura. Il tratto più impegnativo è certamente l’ultimo, quello che accompagna definitivamente la macchina al santuario: la pendenza della strada è importante, il passo dei facchini accelera come in un corsa, alcuni devono mettersi alle corde per bilanciare la mole della macchina, la fatica è centuplicata per i facchini che si trovano nella parte sottostante, tutti stanno con il fiato sospeso. Poi finalmente l’arrivo, la posa sui cavalletti di sostegno, l’abbraccio dei facchini con i familiari e le autorità.. anche questo trasporto è giunto a compimento tra la commozione di tutti.

Molte le emozioni che il Trasporto della Macchina di Santa Rosa suscita nei presenti: ammirazione, stupore, devozione – i facchini realizzano questa impresa con devozione verso Santa Rosa – amore per la tradizione e per le proprie “origini” da parte dei viterbesi e ammirazione e commozione provata dai moltissimi turisti, sempre più presenti a Viterbo per questa occasione.

Molto si può dire ancora sul Trasporto, ma è uno spettacolo che solo vedendolo di persona può suscitare quelle sensazioni uniche che val la pena di provare.

 

 

 

Il pacchetto turistico che abbiamo pensato per voi (in collaborazione con Agriturismo Il Fiorile )

Viterbo si prepara ogni anno al meglio per offrire al turista una serie di eventi collaterali che possano interessare e coinvolgere tutti i visitatori: il Settembre Viterbese propone eventi sportivi, culturali, artistici, spettacoli teatrali, concerti e manifestazioni che per un intero mese fanno da cornice a questa manifestazione così unica bella ed importante per tutto il territorio della Tuscia.

In collaborazione con l’agriturismo Il Fiorile abbiamo pensato ad unpacchetto turistico  che comprende il soggiorno in Agriturismo con piscina Il Fiorile  (sito in Vitorchiano – VT ) ,  3 notti in mezza pensione, visite guidate con guida turistica abilitata della Provincia di Viterbo,  partecipazione al corteo storico del 2 settembre e trasporto della Macchina di Santa Rosa del 3 settembre, (possibilità di  sconto per gruppi).

 

PROGRAMMA DEFINITIVO:

 

sabato 1 settembre

– ore 14.00 arrivo e sistemazione presso il Fiorile e County House Chiaraluna, in Vitorchiano (Viterbo)

– relax e per chi volesse, bagno in piscina

– 16.30 partenza per la VISITA GUIDATA alla Basilica di Santa Maria della Quercia (a La Quercia) e alla Rinascimentale Villa Lante a Bagnaia  (il Parco più bello d’Italia 2011)

– 20.30 Cena in Agriturismo (Il Fiorile)

– 22.30 breve introduzione (con video) alla storia di Santa Rosa e al trasporto della macchina

 

domenica 2 settembre

-ore 7.45/8.45 colazione

– 9.00 partenza per Viterbo, a soli 10 minuti da Vitorchiano

– 9.30 la giornata inizia con la visita alla casa della Santa e Messa nella Basilica di Santa Rosa;

– passeggiata a ritroso del percorso che interessa il trasporto della Macchina di Santa Rosa per le vie del centro storico (curiosità, aneddoti).

– 13.30 Pranzo in spaghetteria nel Guinness World Records per il maggior numero di ricette per spaghetti, oltre a specialità alla griglia e cucina tradizionale (circa € 15 escluso dal pacchetto)

– 15.30 VISITA GUIDATA al Quartiere Medievale di San Pellegrino, all’antica chiesa di Santa Maria Nuova; al Palazzo dei Papi, alla Viterbo sotterranea con sosta per una degustazione.

– 18.00 CORTEO STORICO e processione del cuore di Santa Rosa per le vie del centro; sfilano i facchini di Santa Rosa, protagonisti del trasporto del 3 settembre

– 20.00 appuntamento e partenza per Hotel

– 20.30 Cena in agriturismo

– 22.30 Passeggiata per il borgo antico di Vitorchiano

 

lunedì 3

– 7.45/8.45 colazione

– 9.00 partenza per la VISITA GUIDATA all’affascinante borgo di Civita di Bagnoregio (terra natale di san Bonaventura), meglio conosciuta come la “città che muore”

– 13.30 pranzo in Agriturismo (più cena al sacco)

– 15.30 partenza per Viterbo, scelta dei posti lungo il percorso e attesa per il

TRASPORTO DELLA MACCHINA DI SANTA ROSA delle ore 21 (arrivo ore 23 circa)

 

martedì 4

-7.45/8.30 colazione e partenza

 

 

Non resta che prenotare: a settembre destinazione Viterbo!

Potrebbe interessarti anche:

Arte e gusto in concerto a Sant’ Elpidio a Mare (FM)

“Arte e gusto in concerto” è  una iniziativa  promossa dall’ Assessorato alla Cultura e Turismo di Sant’Elpidio a Mare, in collaborazione con l’Associazione Midlands I.C.C. di Fermo; gli appuntamenti prevedono un originale connubio tra musica classica, opere d’arte (non a caso i concerti si svolgono nella pinacoteca civica  intitolata a Vittore Crivelli, fratello minore del pittore veneto quattocentesco Carlo Crivelli e nella vicina chiesa di San Filippo) e prodotti gastronomici tipici locali.

Dopo il  successo della serata inaugurale con il defileè “Fantasia vintage” (tenutosi presso il Museo della Calzatura di Sant’Elpidio a Mare, il prossimo appuntamento è previsto per  giovedì 19 luglio,  a partire dalle ore 21.30, in tale occasione sarà eseguito, ad opera di Irene Cardo, I° violino dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI, un repertorio musicale per violino che spazierà da  Bach a Paganini. Gli appuntamenti successivi saranno il 25 e 31 Luglio e il 25 Agosto (si veda il calendario nel manifesto allegato).

[ad#ad-1]

L’ appuntamento di martedì 31 luglio, ad ingresso libero, si terrà nella chiesa di San Filippo Neri (una delle chiese filippine più belle delle Marche), ubicata in Corso Baccio nel cuore del centro storico di Sant’Elpidio a Mare

Le musiche di Mozart, Hoffmaaister, Gluck e Cambini saranno eseguite da Maddalena Pippa (viola), Marco Santini (violino) e dal M° Dante Milozzi, primo flauto dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI.

Il M° Milozzi si è diplomato a Roma con il massimo dei voti per poi perfezionarsi in flauto con Conrad Klemm, Gustav Scheck e Peter Lukas Graf; in musica da camera con Riccardo Brengola e Dino Asciolla e in direzione d’orchestra con Lu Ja e Alun Francis.
Ha vinto il Concorso Internazionale “Città di Stresa” ed il Concorso “F. Cilea” e da allora collabora con i più importanti teatri italiani ed alcuni dei più prestigiosi festival musicali come il “Maggio Musicale Fiorentino”. All’attività didattica in vari conservatori con molte masterclass in Italia ed all’estero, alterna anche la direzione artistica del Concorso Internazionale per oboe “Giuseppe Tomassini” di Petritoli e del “CupraMusicaFestival”.

Nell’adiacente Pinacoteca, al termine del concerto, verrà offerta una gustosa degustazione di prodotti eno-gastronomici per unire al momento conviviale anche la promozione del territorio e delle sue tipicità

L’esecuzione “Per flauto ed archi” concluderà la programmazione del mese di luglio della rassegna “Arte e gusto in concerto”, che tanto successo ha riscosso, in attesa di un altro appuntamento, questa volta di carattere internazionale, il 25 agosto con il concerto dell’amicizia Italia-Giappone.
 

 

L’ ingresso all’evento è libero e ci sarà la possibilità di visitare le preziose opere d’arte  presenti nella Pinacoteca (che ha sede in Corso Baccio, a S.Elpidio a Mare).

 

Potrebbe interessarti anche:

Il festival del contemporaneo a Civitanova Marche con Popsophia

Nell’ Estate 2012, dal 13 Luglio al 5  Agosto, si svolge a Civitanova Marche la seconda
edizione  del  festival   “Popsophia,  festival  del  contemporaneo”.

Per questa occasione la  filosofia  si  trasforma  in  filosofia  popolare,  o  pop  filosofia;
l’intrattenimento messo ‘in cultura’ su cui declinare gli ambiti più importanti delle capacità
umane, per dare  vita ad un progetto di trasformazione, riconversione e promozione di un territorio.
La battaglia delle idee arriva nella  popular culture, usando “le armi migliori” a disposizione della
filosofia: dal pensiero critico alla “decostruzione”.
Pensato come un festival annuale, Popsophia, ha per tema i linguaggi del “contemporaneo”, declinati in un
programma vasto e multidisciplinare, in grado di far conoscere ed apprezzare all’opinione pubblica tutte le
implicazioni culturali della realtà quotidiana.
Popsophia nasce per ospitare la ricchezza e la  complessità della cultura della nostra epoca  ed
impegnare le migliori energie intellettuali in un appuntamento intelligente, dove tutti i saperi si
rimescolano e dove tutto converge verso la comprensione della ‘contemporaneità’.

I LUOGHI

Il festival prevede la trasformazione di gran parte del centro storico di Civitanova Alta (una
cittadina che sorge nell’entroterra collinare, a tre chilometri dalla costa, facilmente raggiungibile
dal casello autostradale dell’A14) in una vera e propria  cittadella dell’arte, dello spettacolo e del pensiero a
servizio prima di tutto dei civitanovesi e poi di tutti i turisti della costa adriatica e non solo per loro.

 

[ad#ad-1]

LE MOSTRE

Otto grandi mostre faranno da corollario agli eventi del Festival. La più importante di queste esposizioni è
“De Pisis e il realismo magico”, quadri di Palazzo Ricci ed alcuni prestiti.
La mostra affronta il tema del Realismo magico, cioè di quell’insolito realismo, caratterizzato da un tersa e
minuziosa resa dei dettagli dall’effetto straniante, dei pittori appartenenti alle correnti italiane degli anni venti.
In Italia la sua elaborazione si è dovuta allo scrittore Massimo Bontempelli ed i suoi principali esponenti sono
stati De Pisis, Donghi e Casorati.
La seconda esposizione è dedicata a Pina Bausch, fotografie di danza, a cura di ‘Civitanova Danza’;
mentre  la  terza  rappresenta  una  commistione  fra  arte  contemporanea  e  scienza.  S’intitola  “La
Scienza  dell’Arte”  ed  ha  l’intento  di  volgere  lo  sguardo  sulla  rappresentazione  creativa  della  ricerca
scientifica ed in particolare, di puntare l’attenzione sul campo della neuroestetica in quanto materia che
studia l’esperienza estetica sul piano neurale, ovvero la reazione del cervello all’incontro con l’opera d’arte
tramite i neuroni-specchio.

I TEMI
La formula di Popsophia si articola in quattro week-end tematici: Filosofia, Fashion, Fiction e Futuro (le
quattro effe).  Quattro week-end che ospitano la ricchezza e la  complessità della cultura contemporanea,
dove tutto converge verso la comprensione della “modernità”: dalla musica alla moda, dalla televisione al
cinema, fino ad approdare alla riflessione filosofica sulla contemporaneità.

 

[ad#ad-1]

ORGANIZZAZIONE
Popsophia si propone come un vero e proprio centro di educazione critica verso l’odierno intrattenimento e si
avvale della direzione artistica del prof. Evio Hermas Ercoli, della direzione tecnica del dott. Alfredo Di
Lupidio, direttore dell’Azienda Speciale Teatri di Civitanova.

Potrebbe interessarti anche:

  • Nessun post simile trovato

Marche Centro d’Arte: expò di arte contemporanea a San Benedetto del Tronto

Le Marche si caratterizzano per essere un territorio  che oltre a produrre arte riesce ad assorbire e restituire una pluralità di idee, linguaggi e forme; un territorio che promuove cultura e creatività nella certezza che queste, oltre a creare movimento e scambio di idee possano anche creare ricchezza.  Con questa consapevolezza gli organizzatori di  Marche Centro d’Arte si apprestano ad inaugurare la  seconda edizione di questo expò di arte contemporanea.

L’ inaugurazione è prevista per Domenica 8 luglio a partire dalle 18.00 presso i locali del PalaRiviera di San Benedetto del Tronto (AP). Marche Centro d’Arte è un’iniziativa voluta da Cocalo’s Club, Galleria Marconi e Palariviera, tre delle più importanti realtà culturali del territorio piceno, a cui si sono affiancati un gruppo di Adottanti-Mecenati che hanno creduto nel progetto e hanno lavorato attivamente per riuscire a realizzarlo. Tre critici/curatori sono stati invitati a offrire a chiunque visiti l’expo un quadro di quanto sta avvenendo nell’arte contemporanea italiana. I curatori chiamati a questo difficile ma stimolante compito sono Gloria Gradassi, Luca Panaro e Stefano Verri. All’esposizione si affianca poi, a partire da domenica 15 luglio, Pixel una rassegna video, curata da Giovanni Viceconte, che raccoglie alcune delle più interessante realtà della video-arte italiana.

Già dalla prima edizione Marche Centro d’Arte si è presentata come una rete in grado di mettere in collegamento artisti, critici, imprenditori e visitatori, mondi a volte distanti che riescono però a incontrarsi in nome della crescita della cultura e della ricchezza di un territorio: muovere idee per promuovere il futuro delle Marche.

Gli artisti che partecipano alla seconda edizione di Marche Centro d’Arte sono trenta.

Gloria Gradassi presenta Grow Up che propone le opere di Mattia Biagi, Roberto Cicchinè, Davide Coltro, Vanni Cuoghi, Alberto Di Fabio, Giovanni Manunta Pastorello, Matteo Negri, Niba, Rita Soccio, Davide Zucco.
Luca Panaro presenta Senza titolo e propone i lavori di Karin Andersen, Silvia Camporesi, Matteo Girola, Maicol & Mirco, Sabrina Muzi, Maria Lucrezia Schiavarelli, Matilde Soligno, Carloalberto Treccani, Rita Vitali Rosati, Patrizia Zelano.
Stefano Verri presenta Luogo/Identità che propone le opere di Cristiano Berti, Luigi Carboni, Gigi Cifali, Paolo Consorti, Rocco Dubbini, Maurizio Mercuri – Marco Bernacchia, Filippo Minelli, Giuseppe Restano, Giovanni Termini, Lidia Tropea.

Un appuntamento particolare (a partire da domenica 15 luglio alle 18.00)  all’interno di Marche Centro d’Arte è rappresentato da Pixel:  la nuova generazione della videoarte italiana, a cura di Giovanni Viceconte che presenta le opere di Rebecca Agnes, Filippo Berta, Silvia Camporesi, Diego Cibelli, Tiziana Contino, Daniela De Paulis, Armando Fanelli, Alessandro Fonte, Antonio Guiotto, Luca Matti, Matteo Mezzadri, Sabrina Muzi, Laurina Paperina, Maria Pecchioli, Christian Rainer, Cosimo Terlizzi, Devis Venturelli, Diego Zuelli.

Scheda tecnica

Curatori: Gloria Gradassi, Luca Panaro, Stefano Verri, Giovanni Viceconte

ufficio stampa: Dario Ciferri – Cocalo’s Club
fotografia: Marco Biancucci http://www.fforfakecv.it/
web: http://mcda.cocalosclub.it/

Periodo: dal 8 luglio al 30 agosto
orari: 19.00 – 23.00

spazi:
Pala Riviera
Via Paganini, 10
San Benedetto del Tronto (AP)
0735.395153
mail: info@palariviera.it

info
Cocalo’s Club
mcda@cocalosclub.it

Galleria Marconi di Franco Marconi
C.so Vittorio Emanuele, 70
63064 Cupra Marittima (AP)
tel 0735778703
e-mail galleriamarconi@vodafone.it

Potrebbe interessarti anche:

  • Nessun post simile trovato