A piedi da Assisi ad Ascoli Piceno lungo il cammino francescano della Marca

Si parte il 25 Aprile da Assisi: centro mondiale della spiritualità francescana, per giungere sulla tomba di Sant’ Emidio  (primo vescovo del capoluogo piceno,  venerato come protettore dai terremoti)  ad Ascoli Piceno il 2 Maggio 2012, percorrendo l’antico cammino francescano della Marca;  un percorso tra  colline e boschi dell’ Appenninio che per secoli è stato percorso dai fedeli nel nome di San Francesco e anche stavolta, come nei secoli scorsi, verrà percorso a piedi.

L’esperienza del cammino, in un’epoca in cui il progresso ci ha fatto dimenticare la presenza di questi antichi sentieri usati anche dai nostri avi in tempo di transumanze, ci permette di riscoprire non solo i luoghi della fede francescana che per secoli sono stati meta di viandanti e pellegrini, ma anche di poterci allontanare dal caos delle città e poterci elevare, non solo dal punto di vista geografico, attraverso la riscoperta dell’essenzialità della vita.

Una esperienza eccezionale, tra natura e spiritualità, quella del  cammino francescano della Marca, che  con  il suo  percorso di oltre 176 Km tra centri storici  (quindici sono i comuni attraversati: Assisi, Spello, Foligno, Serravalle di Chienti, Muccia, Pievebovigliana, Caldarola, Cessapalombo, San Ginesio, Sarnano, Amandola, Comunanza, Palmiano, Venarotta, Ascoli Piceno), boschi e luoghi di culto si inserisce all’interno di un ambizioso progetto che vede in prima fila la Provincia di Ascoli Piceno: quello di riaprire l’antico sentiero che per secoli ha unito il territorio umbro e quello marchigiano attraverso un itinerario che  diventa anche un percorso di ricerca interiore.

Il percorso,  voluto dalla Provincia di Ascoli Piceno, grazie alla collaborazione di Arte Nomade  e della Confraternita di San Iacopo di Compostella, sarà  l’evento che anticipa la  seconda edizione del  Festival dell’ Appennino :  un connubio tra escursionismo ed eventi culturali che mira a far riscoprire (e far vivere) il fascino di borghi  e luoghi montani dell’ Appennino (luoghi a volte dimenticati) trasformandoli in palcoscenici naturali in cui si svolgono  di volta in volta rappresentazioni teatrali, dibattiti, si recitano poesie,  o ci si lascia travolgere da musiche e danze tipiche.

Per iscrizioni e info: www.festivaldellappennino.it

Potrebbe interessarti anche: