Castagnole e ravioli dolci: ricette tipiche del Carnevale italiano

a cura di: Chiara

Tempo di carnevale e tempo di scherzi, colori, coriandoli, danze, musiche e divertimento tra carri allegorici, sfilate in maschera, serate danzanti, feste tra pochi amici o in affollate sale da ballo.Quello che certamente non manca in ogni casa italiana è il sapore del carnevale, i dolci tipici, le prelibatezze che una volta all’anno tornano sulla mensa per allietare i palati di grandi e piccini.

Ricette deliziose, fritti misti di paste insolite, biscotti con le forme dedicate alle nostre amate mascherine, è un turbinio di golosità ..che una volta all’anno possiamo pure concederci!Castagnole, chiacchere, frappe, sfrappole, tagliatelle fritte, grostoli, crestine, bomboloni, zeppole, ravioli dolci, bugie, sono solo alcuni dei nomi dei tanti dolci che la tradizione culinaria italiana propone a carnevale. Molte sono ricette simili che si rincorrono di regione in regione, tutte vantandone i natali..

[ad#ad-2]

Propongo qui la ricetta delle Castagnole, tipiche del Lazio,ma presenti con numerose varianti anche nei ricettari di altre regioni.

Per la realizzazione ho usato 500 gr di farina, 2 uova intere, 150 gr di zucchero, 2 cucchiaini abbondanti di lievito per dolci, 1 pizzico di sale, 50 gr di burro (mi raccomando morbido, in castagnolepomata), vino bianco quanto basta (di solito mezza tazza va bene), olio per friggere, zucchero a velo per spolverare.

Amalgamare tutti gli ingredienti, in ordine farina, uova, zucchero, lievito, sale, burro, vino fino a creare una pasta morbida.

Farne una palla e da questa creare tante piccole palline da immergere nell’olio bollente e friggere fino a doratura, girandole più volte. Quindi toglierle dalla padella, asciugare l’olio in eccesso e spolverizzare, una volta fredde, con zucchero a velo e …buon appetito! E’ possibile eventualmente, versare, senza esagerare, dell’ Alchermes (liquore dal colore rosso) sulle castagnole per aromatizzarle e darle un colore rosso.

Una variante “moderna” consiste nel riempire con crema pasticcera le castagnole [NdR]

[ad#ad-1]

Per i ravioli dolci, ci sono diverse varianti a seconda della regione, solitamente è il riempimento del raviolo a fare la differenza. Partendo da una ricetta comune , si può farcire il raviolo con confettura, crema pasticcera o un ripieno di ricotta aromatizzata con cannella o con liquore (ad esempio Alchermes, che conferisce al ripieno un colore rosa tenue)

Il raviolo dolce in alcune regioni (ad esempio nelle marche) viene riempito con carne oppure con un impasto di castagne (precedentemente lessate), cacao e aromi vari (come ad esempio il celebre anisetta Meletti: liquore all’anice tipico delle Marche)

Potrebbe interessarti anche: